Aleta Health

Free Shipping on All Purchases of $75 or More

Perché ci vergogniamo dei nostri hobby giovanili, ma ostinatamente credono che le nostre dipendenze di oggi rimarranno con noi per la vita? È colpa nostra della nostra percezione distorta del tempo, secondo lo psicologo Daniel Gilbert*.

“In ogni fase della vita, prendiamo decisioni che influenzano il modo in cui diventeremo in futuro.

Diciamo, uh-uh. Tecnicamente, la vagina è composta da tessuti muscolari che possono anche essere stanchi e indossare. Il sesso a lungo termine con un partner può davvero causare perche i sogni di un bel principe sono pericolosi e se diminuisce rapidamente, sei assicurato contro sensazioni spiacevoli.

Ma, guardando indietro, non siamo sempre soddisfatti di ciò che una volta abbiamo scelto. Dopo essere diventati adulti, ci vergogniamo dei tatuaggi, per i quali in gioventù eravamo pronti a pagare un sacco di soldi;Siamo divorziati con la stessa fretta con cui una volta abbiamo cercato di sposarci;Lavoriamo per indossare, perderlo allora in età adulta cerchiamo di recuperare.

Come psicologo, la domanda è stata a lungo occupata dalla domanda: perché siamo così spesso pentiti delle decisioni e delle azioni passate? Penso che uno dei motivi sia una distorsione fondamentale nella nostra percezione del tempo. La frequenza dei cambiamenti in atto con noi diminuisce per tutta la vita. I nostri figli cambiano permanentemente, ma i nostri genitori mantengono le stesse abitudini e gusti per anni. In quale luogo del nostro percorso di vita è quel punto dopo il quale cade la velocità dei cambiamenti? Età adulta? Età media? Vecchiaia?

La maggior parte di noi risponderebbe in questo modo: in questo momento. Siamo sicuri che siano già diventati quelle persone che volevamo (o aspettavamo) di diventare, e ne rimarremo fino alla fine della vita. Ho chiamato questo fenomeno l’illusione della “fine della storia”.

Come questa illusione influisce sulla valutazione delle nostre decisioni attuali che daremo in futuro? I miei colleghi e io abbiamo intervistato diverse migliaia di persone di età compresa tra 18 e 68 anni, suggerendo che immaginano quanto i loro valori e lo stile di vita cambieranno nei prossimi 10 anni, e altri per valutare i cambiamenti che sono avvenuti negli ultimi 10 anni*. Quali risultati abbiamo ottenuto? La maggior parte degli intervistati ha notevolmente sopravvalutato la stabilità delle loro abitudini e affetto. Coloro a cui ci offrivamo di fantasticare sul nostro futuro erano sicuri che gli stessi amici che avevano ora sarebbero nelle vicinanze, sarebbero andati a riposare negli stessi posti e ascoltare la stessa musica. Ma coloro che hanno ricordato il loro passato hanno notato cambiamenti significativi nei loro gusti e abitudini.

Ma ciò che è curioso: quando abbiamo chiesto ai partecipanti quanto avrebbero pagato per un biglietto per il concerto di un gruppo, che una volta amavano, hanno chiamato un importo di $ 80. E un biglietto per l’esecuzione dei loro attuali preferiti, se ha avuto luogo dopo 10 anni, hanno già stimato $ 129. Quindi, percepiamo la nostra scelta di oggi come più preziosa, mentre le preferenze passate sono ammortizzate. L’età dei nostri desideri. Penso che ciò sia dovuto alla nostra sensazione del presente come momento di completamento. Per la maggior parte di noi, il presente è un momento magico in cui la nostra personalità ottiene finalmente l’integrità. Sul suo background, il passato è visto solo come una serie di passaggi incerti a questo punto. Ma la verità è che ognuno di noi è in costante sviluppo, sebbene non ne sia consapevole. Il nostro attuale “I” è altrettanto fugace, variabile e instabile come tutti i precedenti. L’unica cosa che è invariabilmente nella nostra vita è il cambiamento stesso. Dovremmo ricordare questo “.

* J. Quoidbach, d. T. Gilbert, t. D. Wilson “The End of History Illusion”, Science, 2013, Vol. 339 (6115).

Daniel Gilbert (Daniel Gilbert) è uno psicologo sociale, professore alla Harvard University, autore del libro Speaky of Happiness (Peter, 2008). La registrazione delle lezioni è disponibile sul sito Web TED.Com.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *